Scuola

Descrizione Procedimento

Che cosa è

Le persone che hanno perso il posto di lavoro, sono state messe in mobilità o sono sottoposte alla procedura di sfratto e pagano un regolare affitto potranno beneficiare di un contributo straordinario di 1500/2000 euro aggiuntivi al contributo per il sostegno affitto.

Destinatari

La domanda può essere presentata da nuclei familiari in cui uno o più componenti siano stati licenziati o messi in mobilità dal 1° gennaio 2009 e che mantengano questa condizione al momento della presentazione della domanda.

I requisiti sono:

  • - un componente del nucleo familiare abbia subito un provvedimento di licenziamento o di mobilità nel periodo successivo al 1° gennaio 2009 e sia nella stessa condizione  alla data di presentazione della domanda;
  • - avere un ISEE-FSA non superiore a 25.000 euro.
  • - per chi abbia lo sfratto, oltre al licenziamento o alla mobilità, può essere requisito di accesso anche la “riduzione della capacità economica familiare” (ad es. trasformazione  forzata a part-time, cassa integrazione ecc)

inoltre

  • - essere in possesso dei requisiti per il bando Fondo Affitto 2009

oppure

  • - risiedere in un appartamento di ERP (con esclusione di quelli a canone sopportabile) e avere un ISEE non superiore a 35.000 euro

Dove rivolgersi

La domanda può essere presentata esclusivamente a mano al Protocollo della Sede Territoriale  di Regione Lombardia  in Via XX Settembre 18/a Bergamo allegando:

  • Provvedimento di licenziamento o di messa in mobilità rilasciato dal datore di lavoro.
  • Copia della sentenza-ordinanza esecutiva di sfratto (per chi è in quella condizione).
  • Copia permesso di soggiorno/carta di soggiorno.
  • Dichiarazione Sostitutiva Unica ISEE.
  • Certificato storico di residenza in Italia.
  • Fotocopia documento d’identità di chi presenta la domanda.

Non esiste scadenza temporale: le domande possono essere presentate fino ad esaurimento dei fondi disponibili.