Ufficio di riferimento: Servizi Demografici Anagrafe, Elettorale, Stato Civile  Riferimenti ufficio

A tale scopo devono presentare una richiesta, indirizzata al Sindaco, d’iscrizione nelle apposite liste elettorali aggiunte.

La richiesta di iscrizione deve essere presentata in modo distinto: una per le elezioni europee e una per le elezioni amministrative.

Agli stessi cittadini comunitari è riconosciuta inoltre la possibilità di candidarsi alle elezioni, ma riguardo alle amministrative possono presentare la propria candidatura a Consigliere Comunale e non a Sindaco.

ELEZIONE DEL PARLAMENTO EUROPEO

ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO

In riferimento all’elezione del Parlamento Europeo i cittadini dell’Unione Europea (UE) possono votare per i rappresentanti dell’Italia o per i rappresentanti del Paese di appartenenza.

A) Voto per i rappresentanti dell’Italia

E’ richiesta l’iscrizione nella lista elettorale aggiunta per l’elezione del Parlamento Europeo del Comune di Nembro. Al fine di ottenere l’iscrizione occorre possedere alcuni requisiti e presentare apposita istanza.

Requisiti richiesti:

  • possesso della capacità elettorale con riferimento sia al Paese di origine sia all’Italia;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • registrazione nell’anagrafe della popolazione residente del Comune di Nembro.

Presentazione dell’istanza:

  • l’istanza va compilata su apposito modulo disponibile presso il Servizio Elettorale e il sito Web del Comune (vedi allegato) e può essere presentata:
    • personalmente all’Ufficio Elettorale – Via Roma n.13 – Nembro (Piano Terra): per la presentazione occorre esibire un documento di riconoscimento personale;
    • mediante invio a mezzo fax al numero 035 471 344: per la presentazione occorre allegare una fotocopia, non autenticata, di un documento di riconoscimento personale.

La domanda può essere presentata in qualsiasi periodo dell’anno. Tuttavia, nel corso dell’anno di votazione per l’elezione del Parlamento Europeo, l’istanza va presentata entro e non oltre il 90° giorno antecedente la data della consultazione (termine perentorio).

L’iscrizione nella lista elettorale aggiunta è gratuita.

Esercizio del voto: il cittadino UE, per essere ammesso al voto, deve esibire la tessera elettorale rilasciata dal Comune di Nembro e un documento di riconoscimento personale.

B) Voto per i rappresentanti dello Stato di appartenenza

In alternativa all’espressione del voto per i rappresentanti dell’Italia, i cittadini UE, che non hanno la cittadinanza italiana, possono votare per i rappresentanti dello Stato di appartenenza. In questo caso il voto deve essere espresso presso il competente Consolato/Ambasciata o lo Stato di origine.

DIRITTO DI ELEGGIBILITA’ DEL CITTADINO UE

Il cittadino UE iscritto nella lista elettorale aggiunta del Comune di residenza può candidarsi al Parlamento Europeo nelle liste dei cittadini italiani.

Documenti che deve produrre:

  • un certificato attestante l’iscrizione nella lista elettorale aggiunta;
  • la dichiarazione di accettazione della candidatura;
  • una dichiarazione contenente l’indicazione della cittadinanza, dell’attuale residenza e dell’indirizzo nello Stato di origine;
  • la dichiarazione di non essere candidato e di non voler presentare la candidatura in altri Stati dell’Unione per la medesima elezione.

Alla dichiarazione deve essere allegato un attestato dell’autorità amministrativa competente dello Stato membro d’origine dal quale risulti che l’interessato non è decaduto dal diritto di eleggibilità. E’ necessario, inoltre, produrre una traduzione in lingua italiana dell’attestato, dichiarata conforme al testo straniero dalla rappresentanza diplomatica o consolare ovvero da un traduttore ufficiale.

Normativa di riferimento: D.L. 24 giugno 1994, n. 408 convertito in legge 3 agosto 1994, n. 483 e s.m.i

ELEZIONE DEL SINDACO E DEL CONSIGLIO COMUNALE

ESERCIZIO DEL DIRITTO DI VOTO

I cittadini UE possono partecipare alla votazione per l’elezione del Sindaco, del Consiglio comunale.

E’ richiesta l’iscrizione nella lista elettorale aggiunta per le elezioni amministrative del Comune di Nembro.

Al fine di ottenere l’iscrizione occorre possedere alcuni requisiti e presentare apposita istanza.

Requisiti richiesti:

  • la cittadinanza di uno dei Paesi membri dell’Unione Europea;
  • possesso della capacità elettorale con riferimento all’Italia;
  • età non inferiore ai diciotto anni;
  • registrazione nell’anagrafe della popolazione residente del Comune di Nembro.

Presentazione dell’istanza:

L’istanza va compilata su apposito modulo disponibile presso il Servizio Elettorale e il sito Web del Comune (modulo in allegato) e può essere presentata:

  • personalmente all’Ufficio Elettorale – Via Roma n.13 – Nembro (piano Terra): per la presentazione occorre esibire un documento di riconoscimento personale;
  • mediante invio a mezzo fax al numero 035 471 344 per la presentazione occorre allegare una fotocopia, non autenticata, di un documento di riconoscimento personale.

La domanda può essere presentata in qualsiasi periodo dell’anno. Tuttavia, nel corso dell’anno di votazione per le elezioni amministrative, l’istanza può essere presentata entro e non oltre il 40° giorno antecedente la data della consultazione.

Esercizio del voto: il cittadino UE, per essere ammesso al voto, deve esibire la tessera elettorale rilasciata dal Comune di Nembro e un documento di riconoscimento personale.

DIRITTO DI ELEGGIBILITA’ DEL CITTADINO UE

Il cittadino UE, iscritto nell’apposita lista elettorale aggiunta, ha diritto di presentare la propria candidatura per l’elezione del Consiglio comunale.

Documenti che deve produrre:

  • un certificato attestante l’iscrizione nella lista elettorale aggiunta;
  • la dichiarazione di accettazione della candidatura;
  • una dichiarazione contenente l’indicazione della cittadinanza, dell’attuale residenza e dell’indirizzo nello Stato di origine;
  • un attestato, in data non anteriore a tre mesi, dell’autorità amministrativa competente dello Stato membro d’origine dalla quale risulti che l’interessato non è decaduto dal diritto di eleggibilità. E’ necessario, inoltre, produrre una traduzione in lingua italiana dell’attestato, dichiarata conforme al testo straniero dalla rappresentanza diplomatica o consolare ovvero da un traduttore ufficiale.

Normativa di riferimento: D.Lgs. 12 aprile 1996, n. 197